noi e i consumatori

Il credito ai consumatori

Che cos’è il credito al consumatore?

Per credito al consumatore si intende la concessione di un credito sotto forma di dilazione di pagamento, di finanziamento o di altra analoga facilitazione finanziaria a favore di un consumatore (persona fisica che agisce per scopi estranei all’attività imprenditoriale e professionale eventualmente svolta). E’ un prestito rivolto ai singoli individui e alle famiglie, per effettuare le proprie spese e poter rimborsare ratealmente l’importo dovuto.

Il credito al consumo può essere concesso solo da banche ed intermediari finanziari che, a seconda delle tipologie, erogano una somma di denaro al consumatore o all’esercizio commerciale presso il quale si è acquistato il bene o il servizio oggetto del finanziamento.

Il consumatore viene tutelato grazie ad un insieme di norme che garantiscono un’informazione contrattuale chiara e completa.

Quali sono le principali normative?

L’attività di credito ai consumatori è regolata da una serie articolata di norme che hanno lo scopo di garantire e tutelare al massimo il consumatore. Di seguito sono riportate le principali disposizioni di legge che regolano l’attività di credito al consumatore e riguardano direttamente i diritti e i doveri del consumatore.

1. Decreto Legislativo 385/93 , “Testo Unico Bancario” TUB e successive modifiche
2. Legge 52/96 “Clausole vessatorie”
3. Legge 108/96 “Usura”
4. Decreto Legislativo 196/03 “Codice in materia di protezione dei dati personali”
5. Decreto Legislativo 206/05 ” Codice del consumo” e successive modifiche
6. Decreto Legislativo 11/10 “Servizi di Pagamento – PSD”
7. Decreto Legislativo 141/10 “Attuazione direttiva 2008/48/CE sui contratti di credito ai consumatori”.
8. Provvedimento di Banca d’Italia relativo a “Trasparenza delle Operazioni e dei Servizi Bancari e Finanziari – Correttezza delle Relazioni tra Intermediari e Clienti”;
9. Provvedimento di Banca d’Italia relativo a “Attuazione del Titolo II del D.Lgs. 11/2010 relativo ai Servizi di pagamento (Diritti e Obblighi delle Parti)”.

Quali sono le tipologie di credito?

Le forme di credito al consumatore possono essere ricondotte a tre tipologie:

Il Finanziamento finalizzato è una forma di finanziamento per l’acquisto di determinati beni e servizi tramite l’erogazione della somma direttamente al venditore degli stessi.
Il consumatore che desidera arredare la nuova casa, acquistare un televisore o un’auto, oppure realizzare un viaggio, si reca presso un negoziante convenzionato con Agos e, invece di pagare tutto e in contanti al momento dell’acquisto, richiede un finanziamento che gli consente di rimborsare a rate il prezzo del bene.
Se la richiesta di finanziamento è accolta, il negoziante riceverà da Agos l’importo a saldo dell’acquisto, mentre il consumatore potrà restituire ratealmente ad Agos il prezzo del bene, con gli interessi aggiuntivi e le eventuali spese.

Il Finanziamento personale è la concessione di un finanziamento direttamente al consumatore, cioè non è strettamente collegato all’acquisto di uno specifico bene o servizio.
Quindi, a differenza di quanto accade in caso di prestito finalizzato, non entra in gioco la figura del negoziante. Il contratto di credito, quindi, è concluso direttamente tra finanziatore e richiedente. Di conseguenza, l’erogazione della somma richiesta avviene direttamente nelle mani del consumatore e non ad una terza parte.

L’apertura di linea di credito si riferisce ad una riserva di denaro che viene messa a disposizione del cliente che ne fa richiesta e che può essere utilizzata anche mediante una carta di credito. Il cliente che usufruisce di tale somma di denaro si impegna a restituirla nei termini e condizioni stabiliti con Agos Ducato S.p.A. Il credito disponibile può essere ripristinato con modalità rateale (carta rateale) e/o con modalità “a saldo” (carta a saldo) o con entrambe le modalità (carta ad opzione).